Ciao! Piacere di trovarti qui

Se vuoi riprendere in mano la tua vita puoi partire dall’osservazione delle tue AZIONI quotidiane

Tra le porte possibili io ho portato l’attenzione a tre diverse vie d’ingresso:

  • Il CIBO che mangi, come lo scegli e perchè, cosa ti piace e cosa no, come lo combini nei tuoi piatti e nelle tue giornate.

A partire dal cibo puoi iniziare ad osservarti e concederti di riscoprire cosa ti piace e cosa no, puoi mettere in discussione quello che hai fatto fino ad ora e ascoltarti. In te e intorno a te ci sono tutte le informazioni di cui hai bisogno per vivere la vita che desideri in salute, in forma  e felice.

  • I tuoi SINTOMI ricorrenti, quando sono iniziati e in quali occasioni si presentano, quali azioni avvengono prima e dopo.

A partire dai sintomi potrai rimettere in discussione cosa nella tua vita non è libero di fluire cosa non è allineato alla persona che sei ma è frutto di condizionamenti e resistenza a te e alla tua meravigliosa natura.

  • le tue RELAZIONI. Che difficoltà incontri e con chi, come stai quando sei in relazione e quando sei in solitudine

A partire dall’osservazione delle tue relazioni potrai identificare quali parti di te si stanno difendendo in eccesso dagli altri o da te e riequilibrare l’interazione con l’ambiente per poter scambiare con l’ambiente in maniera fluida e soddisfacente permettendo così sia a te che all’ambiente di evolvere al massimo delle possibilità. 

Che la tua porta sia il CIBO, il SINTOMO o la RELAZIONE, la mia proposta è fare esperienza. Le informazioni sull’alimentazione, sulla salute e sulle relazioni sono tante e non sempre coerenti tra di loro e questo semplicemente perchè ognuno di noi è diverso ed è nella diversità che è scritta la meraviglia della vita. 

Quello che puoi fare per il tuo bene è sentire ciò che è vero per te attraverso gli strumenti che naturalmente hai a disposizione: i  sensi e le sensazioni, le emozioni e le percezioni (elaborazione, organizzazione e interpretazione degli stimoli da parte del cervello). 

E’ più facile di quello che sembra.   

Prima proposta: concediti di RALLENTARE, per farlo ti invito a masticare lentamente fino ad avere il cibo completamente sciolto in bocca, assaporalo, goditelo fino in fondo, senti le consistenze, i profumi, sperimenta e poi fammi sapere cosa è successo, permettiti di stare con ciò che ti disturba e accoglilo anzichè cacciarlo, smetti di difenderti e prova a comprendere cosa arriva dall’altro.

Nella pagina il mio metodo puoi leggere  le basi del mio lavoro, iniziare a mettere in pratica ciò che leggi e osservare  cosa si muove dentro di te. 

Di seguito alcuni elementi che caratterizzano la pratica che ti propongo. 

Strumenti pratici:

 

Di seguito trovi alcuni strumenti per comporre il menù adatto a te e gestire la fame emotiva e le basi teoriche sulle quali fondo il mio lavoro. 

SOS Fame Emotiva

Cosa fare quando arriva la fame improvvisa e come sfruttarla per scoprire qualcosa di sè.

Componi il Tuo menù

Che ne dici di iniziare a scegliere da solo cosa è buono per te mangiare? Qualche strategia per scegliere il meglio per te e organizzare il tuo menù.

Un pò di teoria:

E per chi come me ha bisogno di sapere e studiare… 

Segnali dal corpo

Articolo scritto per PNEI News sul ruolo dell'interocezione nella nutrizione e non solo​

Movimento ed evoluzione personale

Capitolo 10 del libro La PNEI e le discipline corporee.