Mangiare intuitivo

La via per trovare la tua forma, la tua salute e la tua felicità è semplicemente quella di ascoltare le richieste del tuo corpo. Se parliamo di mangiare la prima cosa da fare è imparare a rispondere correttamente agli stimoli di fame e sazietà. Questo è un comportamento adattativo.

 

Sinceramente, dimmi la verità, quante volte mangi perchè hai veramente fame?

E quante volte non mangi anche se hai fame perchè credi che non sia giusto farlo?

Gli aspetti da considerare in realtà sono diversi:

 

  1. Sai distinguere quando hai realmente fame da quando provi a nasconderti qualche altro bisogno che cerca di farsi sentire?
  2. Hai delle idee su cosa dovresti fare e cosa no veramente corrette rispetto al reale funzionamento e alle necessità del tuo corpo?

Entrambi i temi sono significativi ed entrambi devono essere presi in considerazione, osservati, rimessi in discussione e rivalutati.

 

Partiamo dal punto 1:

Quando ti viene fame, quanto tempo prima hai mangiato? Cosa hai mangiato?

E’ possibile che il pasto non sia equilibrato e pur non avendo consumato tutta l’energia introdotta risulti comunque carente. In questo caso la fame è vera ma più che mangiare è utile riorganizzare la composizione del pasto.

Come senti la fame? Quali sensazioni ti dicono che hai fame?

Prima di decidere di mangiare prenditi un pò di tempo per ascoltarle. Cambiare la qualità del cibo che mangi è sicuramente utile ma se non hai bisogno di mangiare sarebbe meglio fare altro. Per scoprire cosa devi darti il tempo di sentire qual è il bisogno reale. Inizia a osservarti e rispondi a queste domande:

E’ successo qualcosa che ti ha “disturbato” o c’è qualche emozione particolare che emerge prima che ti venga fame? Rallenta! Ascolta! Di solito ognuno ha le sue ragioni. Permettiti di scoprire le tue! Se ti va di condividere sarà un piacere leggere e rispondere!

 

Punto 2:

La quantità di informazioni che vengono divulgate rispetto al cibo è veramente esagerata. E’ possibile che tutto quello che viene detto sia vero per te? Ovviamente no perchè molte informazioni sono addirittura opposte o comunque contrastanti. In effetti possono essere tutte vere ma non per tutti quindi il tuo compito è quello di scoprire quali sono vere per te. La mia proposta è quella di fare esperienza delle informazioni che credi vere e verificare se lo sono davvero oppure no. Il tuo stato di salute e benessere (i sintomi fisici) la tua soddisfazione personale, le tue emozioni e la tua forma ti dicono la verità. Impara ad ascoltarli e ad interpretarli correttamente.E se hai dubbi, domande o difficoltà io sono qui per aiutarti.

 

Come recuperare la capacità innata di regolare correttamente la tua alimentazione?

Il mangiare intuitivo si lega al concetto di interocezione. Per poter rispondere correttamente ai segnali del corpo è necessario percepirli e processarli correttamente.

L’interocezione è lo strumento fondamentale per poter prendere decisioni. Essa ti permette di diventare consapevole delle tue risorse e dei tuoi limiti  e di dirigere nel modo più opportuno le tue azioni rispetto ai tuoi bisogni e alle tue possibilità del momento.

Poichè la sensibilità interocettiva è associata all’esperienza soggettiva e al processamento degli stimoli emozionali è necessario che tu ti permetta di vivere in presenza gli stati emotivi che ti attraversano per poterli riorganizzare attraverso esperienze corporee e cognitive integrate.   

Come si fa con il cibo? alcune semplici regole

  • Dimentica il concetto di dieta come privazione
  • Ascolta la tua fame
  • Fermati quando sei sazio
  • Mastica lentamente
  • Fai una cosa alla volta
  • Mangia cibi che esistono in natura
  • Mangia colorato
  • Mangia ciò che ti piace
  • Varia la qualità dei cibi
  • Fai pace con il cibo, nessun cibo è cattivo, è solo una questione di frequenze
  • Ascolta le tue emozioni senza nasconderle con il cibo

Ti invito a sperimentare e poi fammi sapere come va! Sembra strano ma basta davvero così poco!

Puoi approfondire le basi teoriche qui

Add A Comment