SIPNEI- L’occasione per dire la mia

Ho incontrato la SIPNEI (Società Italiana di PsicoNeuroEndocrinoImmunologia) nel 2012.

Nel 2013 sono entrata a far parte del gruppo SIPNEI LIguria e ancora oggi ringrazio per la fiducia concessami che mi ha permesso di dire la mia e di incontrare tante persone interessanti e con cui condividere interessi e passioni.

 

Congresso:

Il cervello della Pancia: intestino, emozioni , cibo e salute

Il 28 febbraio 2015 al primo Congresso organizzato dalla Sezione Ligure della SIPNEI dal titolo: Il Cervello della pancia: intestino, emozioni, cibo e salute  ho avuto l’opportunità di parlare  di uno dei temi in quel momento a me più cari: Le Basi Nutrizionali delle Emozioni. 

Ricordo bene quel giorno. Ero super emozionata come si può sentire dalle mie parole, mi tremavano le mani tanto che non riuscivo neppure a scorrere le slide. Il microfono lo dovevo tenere con due mani. Avevo già parlato in precedenza ad altri congressi ma sempre del mio lavoro, non di me. Quel giorno ero lì in un modo nuovo, ero lì come Sara Massone. Non rappresentavo l’Università di Genova nè un gruppo di ricerca. Ero semplicemente io e con il mio lavoro mostravo ciò in cui credevo e in cui credo ancora. Nelle prime diapositive c’era la mia pancia nuda, il mio bambino e il mio allattare. Per la prima volta potevo parlare delle mie conoscenze e delle mie esperienze insieme. Nel pubblico c’erano operatori della salute affermati e accanto a me due grandi personaggi quali il professor Antonio Guerci [Responsabile scientifico del museo di Etnomedicina (andate a vederlo se potete) e fondatore della scuola  di antropologia della salute e delle malattie] e il professor Francesco Bottaccioli (fondatore della SIPNEI, professore di Psiconeuroendocrinoimmunologia nella formazione post-laurea di numerose Università).

Nel video sopra volevo mettere il mio contributo di quel giorno ma vista la lentezza della mia rete ti accontenterai dell’audio e della presentazione. Nel video che segue puoi ascoltare l’ intervento di apertura del professor Bottaccioli.

Quel giorno fu molto più che parlare ad un congresso, fu iniziare una nuova fase della mia vita. (Sono sempre un pò scenosa, 😜 è vero forse avrei voluto fare teatro… d’altra parte era vicino al mio compleanno e in seguito alla mia solita insoddisfazione per non aver fatto abbastanza bene Camilla mi ha abbracciata in un modo che non conoscevo tanto che dopo mi sono comparse delle fantastiche irritazioni a livello dell’interno dei gomiti, ma questa è un’altra storia che ha completato il suo ciclo da poco). Quello stesso giorno partecipavo alla riunione DisCo PNEI (Sezione dedicata alle Discipline Corporee secondo il paradigma PNEI) sentendo di essere parte del futuro della ricerca e della salute. Se ti interessa saperne di più puoi leggere qui dell’ultimo incontro del gruppo visto da me…

Congresso:

Terapie non farmacologiche e integrate per la cura delle cefalee

Il 9 aprile 2016 durante il primo Congresso DisCo a Firenze dal titolo Terapie non farmacologiche e integrate per la cura delle cefalee, ancora una volta ho potuto raccontare un pezzo di me e della mia esperienza. Ho sofferto di  mal di testa per molti anni e la ragione di questo sito e di tante delle cose che ho fatto nella mia vita lavorativa ha a che fare con questo. Quel giorno ho potuto raccontare “il mio mal di testa”  e la mia strada per andare oltre frutto della mia esperienza personale di ricerca di me. 

Se vuoi dare un’occhiata alla Presentazione, ti racconto qualcosa sul mio mal di testa.

Articolo PNEI News

Il corpo. neurofisiologia: Sensibile ai segnali interni

2016 Esce l’articolo Sensibile ai segnali interni sul numero 3-4 di Pnei News che parla di interocezione  

Corso ECM IPASVI

Dal Riduzionismo alla Complessità: il paradigma PNEI nella pratica quotidiana. Corso teorico esperienziale.

Il 28 novembre 2016 assieme ad alcuni componenti del gruppo SIPNEI Liguria abbiamo presentato il paradigma PNEI al Collegio IPASVI che oggi non esiste più ed è stato sostituito dall’Ordine delle professioni Infermieristiche. Il corso ECM è stata una bella occasione in cui si è dimostrato che professionisti della salute di differenti formazioni e ricercatori possono parlare la stessa lingua e lavorare insieme per il bene della salute. Il programma del corso.

Congresso:

Nuovi modelli di cura in psicologia e psichiatria. Prevenzione e terapie integrate della sofferenza e dei disturbi psichici

Il 18 febbraio 2017 a Genova un altro passaggio, sono stata invitata a portare il mio contributo sul tema dell’alimentazione e ho chiesto di aggiungere un pezzo per me importante: il movimento. Ho potuto parlare di Dieta  e movimento come prevenzione e terapia dei disturbi psicologici e psichiatrici”. 

Libro

La PNEI e le Discipline corporee

2018 Esce il libro La PNEI e le Discipline corporee edito EDRA al quale ho dato un piccolo contributo: un pezzo del Capitolo 10  intitolato Movimento nella cura e nell’evoluzione personale

In poche pagine ho potuto iniziare a parlare del ruolo del Movimento nella salute citando sia la letteratura scientifica che alcune mie esperienze personali e per lo meno nominare una serie di pratiche corporee che per me sono state preziose nel recuperare pezzi e risorse che avevo dimenticato.

week end per la salute

360° di Benessere

 15-16 giugno 2019 si è svolto un week end gratuito organizzato dall’Ordine degli Psicologi in collaborazione con la SIPNEI Liguria al quale ancora una volta ho potuto portare il mio piccolo contributo in un luogo di cui neppure conoscevo l’esistenza Cream Cafè eppure molto significativo per me. I primi temi di cui ho iniziato ad indagare la biologia riguardano proprio l’Alzheimer e le malattie neurodegenerative (mi sembra una vita fa!) . E’ stato un piccolo workshop intitolato Nutri la tua vita.

Per il momento ti condivido anche quest’ultima presentazione Benessere 360°: Nutri la tua vita e il quaderno di lavoro Nutri la tua Vita.

 

Mi piacerebbe poter raccontare a tutti ogni esperienza, scoperta, lettura che ho incontrato, sperimentato, vissuto e studiato in prima persona ma allo stesso tempo vivo altro e altro ancora e non riesco a viverlo e a comunicarlo al mondo nello stesso tempo. Forse a chi dovevo dire ho già detto. E’ come se sentissi la necessità di raccogliere tutto e non perdere nulla ma forse devo solo andare avanti per la strada smettendo di continuare a guardarmi indietro con la paura di perdere dei pezzi. Io comunico quella che sono mentre sono e do quello che posso dare alle persone che sono intorno a me, non importa che siano tante o poche, esattamente come tutti gli altri. 

E così arrivo ad oggi, la mia prossima occasione di dire la mia sarà a Dicembre, potrei recuperare i pezzi degli eventi passati e raccontarli a chi avrà voglia di starli a sentire ma ancora non lo so. Sicuramente condividerò le nuove esperienze e scoperte e poi si vedrà se a qualcuno potranno essere utili oppure no. 

Corso

Corso Base DisCo PNEI (Discipline corporee SIPNEI)

09 – 10 novembre e 14-15 dicembre 2019 ci sarà il corso di formazione DisCo e sono felice di essere stata coinvolta per parlare del movimento. Il movimento, le emozioni, le sensazioni, le memorie nel corpo, gli apprendimenti integrati, la libertà di espressione sono i temi che oggi mi appassionano maggiormente e per potermi dedicare con pienezza ad esse devo lasciare qualcosa indietro…

Essere parte del gruppo DisCo significa essere aggiornati continuamente sui temi della salute e del benessere, sugli ultimi studi pubblicati e su quelli in corso delle persone che vi partecipano, significa poter costruire nuovi paradigmi della salute e io ci credo!!!! Lo sento! Il corso si prefigge di creare un linguaggio comune affinché professionisti della salute con competenze e conoscenze diverse si possano comprendere e aiutare l’un l’altro per aiutare le persone che vengono a chiederci supporto. E’ possibile costruire insieme nel rispetto delle diversità che sono risorse tutte se riconosciute. Essere parte significa poter fare una ricerca che non serve a guadagnare più soldi ma più salute e benessere, una ricerca che vuole indagare quello che funziona e non costa nulla, quello che è già dentro di noi e ha solo bisogno di essere risvegliato con i giusti modi, le parole, le storie, il  movimento, il tocco gentile, l’accudimento, l’ascolto, l’arte, le emozioni e qualsiasi altra cosa ci possa venire in mente e possiamo verificare di valore. 

 

Se ti interessa entrare a far parte del gruppo DisCo e partecipare al corso base qui trovi tutte le informazioni

P.S.  dovevo ripercorrere la mia strada fin qui… Grazie a chi mi legge! Io ho bisogno di condividere chi sono. Oggi da qualche parte ho letto che alle persone non interessano le storie. Bè non sono d’accordo a me interessano molto di più le storie delle persone di quello che possono insegnarmi, perchè è proprio attraverso le loro storie che possono davvero insegnarmi qualcosa e se io posso passare qualcosa di buono a qualcuno è solo attraverso la mia storia, che è vera.

Tu cosa ne pensi? A me la tua storia interessa, se vuoi raccontarmela scrivimi!!! il mio indirizzo è: sara.massone@gmail.com

Add A Comment